L’inizio...

Sono nata a Taiwan nel 1980.

Ero una bambina sensibile e silenziosa, spesso danzavo e cantavo, usando un modo tutto mio di comunicare con Dio, con il creatore e con l’universo. Quando ho compiuto 7 anni ho cominciato a praticare la danza classica che mi ha accompagnato per 5 anni. Nell’ anno 2000 ho cominciato il mio percorso spirituale attraverso la meditazione buddista e lo Zen. Nel 2004 ho cominciato la mia ricerca attraverso la voce e i suoni con Mia Hsieh, del gruppo multietnico “A Moving sound”: ho imparato a giocare con la voce e a prendere coscienza della connessione tra corpo e voce.

Nel 2006 ho conosciuto Mark Van Tongeren e il canto degli armonici, mentre lavoravo nel centro di aromaterapia Anius a Taipei, e questo incontro mi ha portato in una dimensione nuova: il viaggio spirituale con i suoni e la voce. Nel frattempo, attraverso i lavori di aromaterapia e massaggio, ho avuto molte esperienze corporee che mi hanno aiutato ad approfondire la ricerca sul tema corpo ed emozioni e mi hanno ispirata ad usare la voce per il ben Essere. La pratica del Tai-Chi che ho cominciato nello stesso anno con un maestro di stile Chen, mi ha poi insegnato a scoprire le insospettabili riserve di forza ed energia del corpo. Nel frattempo ero sempre più incuriosita e richiamata dalle profondità e potenzialità di me stessa, chiedendomi spesso “Chi sono, che cosa desidero, qual’ è la mia missione di vita?”. Così facendo mi sono allontanata dagli schemi della società, stoppando quello che stavo facendo nella mia vita a Taiwan per stare in profondo ascolto di me stessa.  

I Percorsi..

Dopo un ritiro di meditazione Vipassana, seguendo un’immagine ricevuta durante la pratica, ho cominciato un’avventura verso una terra nuova della mia vita: cantare e danzare insieme agli altri nella natura.

Successivamente una maestra mi ha indicato di andare in India: l’anno dopo, infatti, sono partita e sono andata nell’Ashram di Osho a Puna, dove ho cominciato a sentire la libertà di improvvisare con il canto. Lo stesso anno ho incontrato la danza sacra di Gurdjieff e la danza Sufi. I movimenti sacri mi hanno aperto ad uno spazio interno e più ampio, e mi hanno connesso alle risorse universali.   

Nel 2009 mi sono trasferita in Italia. E’ stato un vero e proprio matrimonio fra Oriente e Occidente che, insieme ai primi sei anni di maternità, mi ha portato a lavorare sul superamento della dualità. 

Nel 2010 ho cominciato la danza indiana Odissi con Dafne Carli, nella scuola corporea Multiculti. Nel 2013 ho intrapreso lo studio della meditazione sonora e delle campane di cristallo con Monica Smith, nell’attuale Accademia integrale Hamsa di Torino, e del Bodywork attraverso il metodo Rosen con Aurelia Priotto.

Nel 2015 ho intrapreso il sentiero shamanico con Marco Pardini sulle Alpi Apuane.  Il canto rituale per i antenati nella lingua Lakota mi ha trasmesso molta forza e mi ha risvegliato la volontà di donare la mia voce ad assistere i percorsi della crescita spirituale.  

Nel 2016, durante un ritiro di Ayahuasca, ho vissuto un’ esperienza straordinaria. La mia saggezza interiore mi ha parlato in modo simpatico e divertente, facendomi comprendere che tutti gli individui sono profondamente collegati: questo mondo è un grande luna park della Dualità e allo stesso tempo siamo Uno!

Recentemente, durante il seminario di ThetaHealing, ho compreso con chiarezza di avere dentro di me tutto ciò di cui ho bisogno e che sto cercando insieme al “Creatore di tutto ciò che è”. Una bellissima realtà fatta di progetti divini: portare la luce e la consapevolezza sulla terra e all’umanità!

La direzione.

Utilizzare e condividere al meglio tutti i miei doni e talenti: il contatto, il canto, la danza, la bellezza, l’ascolto, la gentilezza e la leggerezza. Riflettere e risvegliare l’ampiezza di ogni anima che incontro sulla strada della vita, portando messaggi dal divino e dalla natura, laddove serve e a chi ne sente il bisogno.